Fare i buchi alle orecchie è una pratica diffusa tra persone di ogni sesso ed età e in tutto il mondo. Dopo la foratura, il sopraggiungere di infezioni e allergie è una spia; ci indica che qualcosa non è andato per il verso giusto. Niente panico. Nella guida di oggi, infezioni orecchino: cura e prevenzione, parleremo di infezioni e di come prevenirle, riconoscerle e trattarle.

Infezioni orecchino: la prevenzione è davvero la miglior cura

La cautela di affidarsi ad un professionista non si esaurisce nel risultato estetico. Il rispetto delle norme igieniche è fondamentale: vale anche per un semplice buco al lobo. L’utilizzo di strumenti sterili e foralobi monouso è il primo scudo contro allergie e infezioni, ed anche il più efficace. Puoi decidere di fare i buchi alle orecchie in farmacia: la parola d’ordine è ovunque la stessa, cioè “sicurezza”.

Il primo gioiello è rigorosamente anallergico

Ti sei convinta a sfoggiare quel paio di pendenti custoditi nel portagioie da anni? La tua bimba è cresciuta e chiede di indossare gli orecchini ricevuti in dono per il battesimo? Farete entrambe un figurone ma solo dopo aver indossato per almeno 6 settimane un pre-orecchino anallergico e aver scongiurato il rischio di sviluppare dermatiti ed infezioni al lobo da orecchino. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra guida sui primi orecchini.

La cura quotidiana previene del 99% l’insorgere di infezioni

Le giornate non sono sempre uguali ma le regole d’igiene sì. Per una routine corretta bastano 4 minuti: uno per lavarsi le mani prima di toccare la zona del lobo e il pre-orecchino. Due per girarlo e pulire bene, un altro per disinfettare il tutto. L’operazione va ripetuta 2/3 volte al giorno. Se non puoi fare a meno di bagnare le orecchie, dunque ogni volta che sudi o vieni a contatto con l’acqua dolce o di mare, usa un panno pulito per tamponare l’area. Assicurati quindi che non vi sia traccia di sostanze (crema, protezione solare,..) o di corpi estranei irritanti (sabbia, polvere, capelli,..) tra la pelle e il gioiello. Asciutto e pulito è il mantra. Ripeterlo terrà le infezioni alla larga.

Problemi che precedono o seguono la sostituzione del pre-orecchino

Se qualcosa non va prima della sostituzione del pre-orecchino è molto probabile si tratti di un’infezione. Se il disturbo è successivo al cambio potremmo essere di fronte ad un’allergia ad uno specifico materiale, a dermatite da contatto o ad un graffio o lesione causati dal posizionamento di un accessorio non idoneo. In tutti i casi è consigliato rimuovere l’orecchino, disinfettare il lobo ed indagare per far emergere la causa. In caso di prurito eccessivo, dolore e gonfiore persistenti, sangunamento o pus o se il problema non dovesse risolversi entro le 48 ore, è necessario consultare un medico.

Infezioni orecchino: cura e prevenzione

Nella maggior parte dei casi le infezioni da orecchino si possono evitare ma quando la prevenzione non basta.. la tempestività è tutto! Una volta che il problema è risolto, potrai sbizzarrirti indossando gioielli sempre nuovi. A proposito: hai già scelto i tuoi prossimi orecchini?

Lasciati ispirare dalle nostre proposte. Leggi i nostri articoli, guide e consigli utili per rimanere sempre aggiornato sul mondo della gioielleria e dell’orologeria di lusso. Visita e acquista sul nostro digital store www.ferrogioielli.com.