Hai forato i lobi ed è andato tutto per il meglio: sono passate all’incirca sei settimane e l’orecchio sembra essere guarito. Perfetto! Ed ora? Nella guida di oggi, buchi alle orecchie: guida al cambio dei pre-orecchini, scopriremo come e cosa fare quando arriva il momento di sostituire gli orecchini temporanei con quelli veri.

Sai riconoscere i segnali del corpo?

Le sei settimane sono trascorse, l’orecchio sta bene e tu sei impaziente: non vedi l’ora di indossare gli orecchini che ami. Posso farlo? La risposta è, in linea di massima, sì ma ricorda che non tutti gli organismi sono uguali. Alcuni hanno la capacità di cicatrizzare ferite velocemente, altri necessitano di un po’ di tempo in più. Osserva il tuo orecchio. È sgonfio e tonico? L’orecchino si “muove” comodamente nel foro? Toccandolo non provi alcun tipo di fastidio o dolore? In questo caso è probabile che il tuo corpo abbia accettato la presenza del corpo estraneo. Sei pronto per il prossimo step?

Buchi alle orecchie: come togliere il pre-orecchino

Il cambio del pre-orecchino è un’operazione da effettuare con delicatezza e in tutta calma. Le prime volte, se sei belonefobico, potresti sentirti un po’ a disagio. Se hai paura di non farcela chiedi aiuto ad un amico o a un familiare. Come avrai di certo imparato leggendo la guida Infezioni orecchino: cura e prevenzione, avere le mani pulite è fondamentale. Svita la farfallina, tirandola leggermente fino a sfilarla. Successivamente, estrai con dolcezza il pre-orecchino. Fai attenzione a non strofinare la parte appuntita contro le pareti del foro. Irritarlo ti riporterebbe alla casella di partenza. Una volta tolto il gioiello, disinfettalo e mettilo da parte. È superfluo puntualizzare che il tuo pre-orecchino non diventerà mai il pre-orecchino di qualcun altro, vero?

È il turno dei nuovi orecchini! Usa la fantasia (ma non scordare la testa)

Una volta che i buchi alle orecchie sono perfettamente guariti, via libera alla fantasia! Scegli i tuoi modelli preferiti ma quando lo fai, usa sempre la testa. Evita la bigiotteria di scarsa qualità, prediligi metalli preziosi quali l’oro (giallo, rosa), il platino e l’argento 925. Anche altri materiali più o meno preziosi possono andare bene, a patto di verificare che si tratti di orecchini senza nichel. Capita che alcune persone non tollerino certe leghe o che provino fastidio nell’indossare un determinato formato di gioiello. È solo testandone la tolleranza che scoprirai qual è il materiale che meglio si adatta a te.

La pulizia non va trascurata, in special modo d’estate

Archiviata la routine, ripassa le regole. Tieni pulita l’area del lobo e il gioiello, specialmente nella stagione estiva. Quando l’orecchino è ingombrante o appuntito è preferibile dormire senza o toglierlo prima di fare sport. Se soffri di dermatite e noti che la chiusura del gioiello irrita la zona posteriore dell’orecchio, prediligi un modello con chiusura a scomparsa. Non usare mai gioielli sporchi o di terzi. Se non puoi farne a meno, informati sullo stato di salute del prestante e prima di utilizzarli, disinfettali.

Buchi alle orecchie: guida al cambio dei pre-orecchini

Hai superato la fase iniziatica. Per te, il mondo degli orecchini, non ha più segreti! Scopri quale forma e materiale ti rappresenta al meglio. Cerca un modello che ti faccia brillare in ogni occasione, trovalo visitando il nostro store.

Leggi i nostri articoli, guide e consigli utili per rimanere sempre aggiornato sul mondo della gioielleria di lusso. Acquista sul nostro digital store www.ferrogioielli.com.